Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Proseguendo acconsenti all'uso dei cookie.

LA STORIA

Hub Santagnese10

Grazie ad una collaborazione Comune di Mantova e Pantacon, consorzio di cooperative culturali mantovane, Santagnese10 diventa anche “Hub” e ha oggi una cabina di regia che lavora alacremente per costruire il contesto adatto alle richieste dei giovani del territorio, allargando i contatti con le città vicine e con la rete degli innovatori sociali e culturali in Italia. Insieme firmano un accordo di “collaborazione per il funzionamento di Santagnese10 officina creativa e l’attivazione di un Polo per la cultura e la creatività dei giovani” valido ancora oggi.

dal 2014 ad oggi

dal 2012 al 2014

Spazio Giovani Artisti

Lo Spazio Giovani Artisti è destinato a giovani artisti mantovani dai 16 ai 35 anni. Lo spazio ospitava ogni mese esposizioni collettive o di artisti singoli sviluppando così una programmazione tematica complessa e integrata con la proposta culturale della città. L'iscrizione allo Spazio Giovani Artisti era gratuita e offriva di far parte di un data base di artisti, di far parte di una rete tra artisti ed agenzie culturali, uno spazio espositivo gratuito, una vetrina online dedicata agli artisti e alle loro opere, percorsi formativi specifici, la possibilità di partecipare a progetti internazionali (scambi e workshops), di essere inseriti all'interno della promozione culturale della città.

Nasce Santagnese10 Officina Creativa

Il 5 aprile 2011 Comune di Mantova, Provincia di Mantova, Camera di Commercio Industria e artigianato e Alce Nero Cooperativa sociale Onlus (i principali attori del progetto Lab.com) hanno siglato l’accordo di collaborazione e partenariato che li ha uniti nella sfida di rafforzare e supportare le politiche giovanili del territorio in un’ottica di collaborazione e sostegno reciproco a nuove progettualità. È nata così SANTAGNESE10 officina creativa, con un richiamo immediato al luogo dove le attività venivano realizzate, uno spazio fisico che diventasse un punto di riferimento per giovani, associazioni, istituzioni e tutti i soggetti che contribuiscono allo sviluppo delle politiche del territorio. Tra le iniziative organizzate in questi anni e ancora oggi appuntamento fisso a Mantova c’è la Giornata delle Idee, evento organizzato da Art & Life.

dal 2011

dal 2011 al 2014

Sportello Giovani di Mantova

Lo Sportello Giovani è l’Informagiovani della città di Mantova, per alcuni anni negli spazi di Santagnese10, era un servizio gestito da ASPeF con la finalità di fornire ai giovani un supporto informativo e di primo orientamento anche con l’aiuto di operatori esperti per offrire indicazioni e organizzare un percorso personale efficace ed efficiente aumentando le conoscenze, le possibilità e le potenzialità individuali.

LabCom - Lo spazio dei giovani nella comunicazione

LabCom - Lo spazio dei giovani nella comunicazione, è stato un laboratorio multimediale, pensato per avvicinare i giovani al mondo della comunicazione e favorire l'utilizzo delle nuove tecnologie a servizio della creatività. Nello spazio LabCom era possibile usare attrezzature e tecnologie di ultima generazione, come computer, software, videocamere, fotocamere, strumenti audio. Lo spazio è diventato accessibile per tutti coloro che avevano bisogno di utilizzare le attrezzature per le ricerche e i loro progetti personali di studio, lavoro oppure hobby. L'accesso e la partecipazione ai laboratori si sono sempre e rigorosamente mantenuti gratuiti, previo iscrizione. Il progetto LabCom nacque da un'iniziativa della Provincia di Mantova, cofinanziato dalla Regione Lombardia in accordo quadro con il Ministero della Gioventù.

dal 2009 al 2010

fine XVI secolo

Deposito militare

Nel 1775, durante il regno di Maria Teresa, la chiesa venne soppressa e il convento utilizzato in parte come caserma.

Convento di Sant'Agnese

I documenti storici raccontano di un impianto architettonico complesso con una chiesa di considerevoli dimensioni con asse longitudinale orientato ad Est, come previsto dal canone ecclesiastico, e più chiostri. Per tutto il XV e XVI secolo il convento di Sant'Agnese godette di un credito crescente, tanto che nel 1543 ospitò le spoglie di San Giovanni Bono. Questo credito si tradusse anche in ricchezza artistica come testimoniano le opere di molti pittori (Costa, Vasari, Borgani, Viani) che vennero poste all'interno del complesso ecclesiastico. Con la fine della dinastia gonzaghesca caddero tutti gli equilibri di forze che avevano garantito il perdurare delle condizioni di ricchezza dei conventi mantovani e la nuova amministrazione austriaca attuò in poco tempo un sistematico smantellamento delle strutture ecclesiali.

XIII e XIV secolo

mantova citta d arte e di cultura

Hub Santagnese10

Condividi con noi la tua idea di impresa culturale, il tuo progetto, le tue competenze: insieme possiamo fare molta più strada.

Newsletter

Iscriviti per non perdere le prossime novità.

Non facciamo spam!